A.N.B. Regione Campania

Vai ai contenuti

Menu principale:

Stasi Raffaele

Generalità > Medaglie d'oro

ato a Napoli l'11 febbraio 1896
Morto a Meletta D. il 22 novembre 1917
Decorato con:
1 Medaglia d'Oro al V.M.

Biografia:


Nel febbario del 1916 venne arruolato nel 2° Reggimento Bersaglieri. Ha combattuto sul fronte dell' Isonzo. Dopo Caporetto con succesivi trasferimenti passò dal Carso all' Altopiano di Asiago. Entrato in azione in Val di Miela contrastò i movimenti nemici con una lotta che si protasse sanguinosa per giorni. Alla testa della sua Compagnia, cadde colpito da una raffica di mitagliatrice.


Motivazioni:

"Figlio unico e riformato, subiva una importante operazione per ottenere l'idonietà fisica al servizio e si arruolava come volontario. Pure essendo studente di medicina, scelse e preferì l'arma di fanteria, nella quale nominato Ufficiale, fece 25 mesi di trincea essendo di splendido esempio a tutti per singolare coraggio nei numerosi combattimenti ai quali prese parte col suo Reggimento. Sereno e calmo nel pericolo, paziente ed indifeso nella preparazione dei suoi soldati, instancabile in ogni evenienza, mail la sua costanza e la sua fede vacillarono di fronte alle più ardue situazioni. In una di questa, resa ancora più grave dalle difficoltà opposte dal terreno e dal nemico, ma soprattutto dalle condizioni mirali delle truppe stremate dalla lotta e dalla stanchezza, assaltando fortissime posizioni, condusse con slancio leonino la sua compagnia nelle trincee nemiche aspramente contesee giuntovi per promo cadde colpito a morte da una raffica di mitragliatrice al grido: "Avanti, Savoia!" Sublime esempio di elette virtù militari, di abnegazione, di devozione al dovere e di ardente amor di Patria."
Meletta davanti 22 novembre 1917


fonte libro raduno Napoli 2007
Torna ai contenuti | Torna al menu