A.N.B. Regione Campania

Vai ai contenuti

Menu principale:

11° Reggimento

Generalità > Bersaglieri > Reggimenti


Quis ultra?"

Il 16 settembre 1883 viene costituito in Caserta l'11° Reggimento Bersaglieri. L'11° Reggimento è impegnato fino all'11 febbraio 1916 nell'ambito delle divisioni di fanteria, successivamente è inquadrato nella II Brigata Bersaglieri affiancato prima dal 9° Reggimento poi, dal 6 novembre 1916, dal 7° Reggimento.Dal 10 maggio 1923 il reggimento è trasformato in ciclisti e tale rimarrà sino al 1936.Dal 1° febbraio 1938 l'11 Bersaglieri è inquadrato nella Divisione Celere "Eugenio di Savoia" (1^) unitamente ai Reggimenti di Cavalleria "Piemonte Reale" e "Cavalleggeri Saluzzo" e 1° Artiglieria Celere, nonchè al 1° Gruppo Carri Leggeri "San Giusto". Con tale grande unità prende parte al secondo conflitto mondiale nel corso del quale tuttavia cambia più volte dipendenza.L'11° Bersaglieri è sciolto l'8 settembre 1943, a seguito degli eventi determinati dall'armistizio, in territorio Jugloslavo (Dalmazia).

Con la ristrutturazione dell'Esercito il 1° novembre 1975, in Aviano, viene costituito il 27° Battaglione Bersaglieri "Jamiano", per trasformazione del preesistente XXXVIII battaglione b. del disciolto 132° Reggimento Carri. Assegnato alla 132^ Brigata corazzata "Manin" riceve la Bandiera e le tradizioni di valore dell'11° Reggimento Bersaglieri.Nell'ambito del riordinamento della Forza Armata il battaglione perde la propria autonomia il 29 settembre 1992 ed il giorno successivo è inquadrato nell'11° Reggimento Bersaglieri che si ricostituisce in Aviano (PN), viene successivamente trasferito nell'attuale sede di Orcenico Superiore.

Il Reggimento è decorato di un Ordine Militare d'Italia, di una Medaglia d'Oro al Valor Militare, di una Medaglia d'Argento al Valor Militare e una Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

Torna ai contenuti | Torna al menu